Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Molto bene a muro i monregalesi, che però calano alla distanza

Non è mancato lo spettacolo nella sfida tra Vbc Synergy Mondovì e Cave del Sol Geomedical Lagonegro. A dispetto delle posizioni in classifica, le due formazioni si sono affrontate a viso aperto, e sul taraflex non sono mancati colpi di classe ed emozioni. Alla fine a portarsi a casa l’intera posta in palio è stato il sestetto di casa, che ha sopperito alla serata no dell’opposto Tiurin pescando dalla panchina, dove ha trovato in Scuffia e Armenante due armi fondamentali. In casa monregalese prova superlativa a muro (addirittura 16 i blocks dei biancoblù, 4 a testa per l’ex Marra e per Paoletti, autore di ben 26 punti). Positiva anche la prova di capitan Borgogno (57% in attacco) e di Putini, tornato ad un buon livello di forma dopo l’infortunio.

LA PARTITA. Partenza molto equilibrata: tira e molla fino al 12 pari siglato da Paoletti, quindi i lucani riescono a portarsi sul 15-13. Barbiero chiama il primo time-out, i monregalesi rientrano sul 16 pari murando Tiurin (poi rilevato da Scuffia), quindi perdono contatto. I biancorossi allungano fino al 22-17 e alla fine i biancoblù si devono arrendere sul punto di Maccarone dal centro.

Tubertini conferma Scuffia in posto 2: squadre appaiate solo in avvio di secondo set, poi i monregalesi danno una sterzata. Sul 10-13 il coach di casa ferma il gioco, ma alla ripresa una pipe di Borgogno conferma il magic moment dei monregalesi. Dentro Armenante per Mazzone, l’ex Marra mura Scuffia poi va in battuta Camperi. Il giovanissimo schiacciatore si mette in evidenza con un bel turno in battuta, che scava il solco definitivo. Il secondo time-out di Tubertini non riesce a dare la scossa alla squadra di casa: il secondo set finisce 16-25. Da sottolineare il 100% in attacco di capitan Borgogno.

Terzo game: il Vbc parte a mille (1-4 sull’ace di Paoletti, 5-8) poi Armenante rileva Mazzone e assieme a Scuffia trascina i suoi alla rimonta, fino all’aggancio sul 9 pari. Quando Lagonegro mette per la prima volta il naso avanti (11-10) Barbiero chiede il time-out. Dentro Fenoglio per Borgogno in seconda linea, i monregalesi rimangono in scia poi agganciano con una muratona di Marra (14-14). I padroni di casa ripartono con Scuffia (18-16) e Armenante (20-17). Barbiero chiama il secondo time-out sul 24-19, dopo una magia di seconda di Putini chiude l’errore in servizio di Ferrini.

Monregalesi in difficoltà in avvio di quarto set: il video-check conferma il 3-1 di Lagonegro, poi i lucani allungano fino al 6-2, mentre Camperi rileva Ferrini. Paoletti e Borgogno si prendono la squadra sulle spalle e aumentano le percentuali in attacco, mentre Marra alza le barricate a muro. Il capitano biancoblù sigla il punto del 9-9, poi Mondovì sorpassa sull’11-12 e Tubertini spende il primo time-out. Dopo una diagonale di Paoletti su alzata ad una mano di Putini i monregalesi si fermano: un ace fortunoso di Salsi lancia Lagonegro, che allunga con la murata di Molinari e il punto di Vedovotto (19-15). Due aces consecutivi dei padroni di casa segnano la resa, dopo il secondo time-out di Barbiero sul 23-17 i monregalesi hanno una reazione d’orgoglio (23-20) ma alzano bandiera bianca sotto i colpi di Armenante e Scuffia (25-21).

LE PAROLE POST PARTITA. «Dispiace per la sconfitta – l’analisi del tecnico Mario Barbiero -, complessivamente ci sta per cosa si è visto in campo, ma non ho nulla da rimproverare ai ragazzi. Abbiamo fatto tutto quanto era nelle nostre possibilità, purtroppo a fine campionato il livello di gioco solitamente si alza e l’esperienza spesso fa la differenza».

DOMENICA SI TORNA IN CASA. Dopo oltre un mese lontano dal PalaManera, domenica finalmente i monregalesi torneranno a giocare nel palazzetto di casa. Per la nona giornata del girone di ritorno il calendario prevede la sfida alla capolista Agnelli Tipiesse Bergamo dell’ex JJ Terpin: fischio d’inizio alle ore 18.

 

 

Lagonegro-Vbc Mondovì 3-1

(25-20, 16-25, 25-20, 25-21)

CAVE DEL SOL GEOMEDICAL: Salsi 3, Tiurin, Spadavecchia 10, Maccarone 4, Vedovotto 16, Mazzone 8, Santucci (L), Russo (L2), Armenante 9, Scuffia 13, Molinari 3, Bellucci 2. N.e.: Marretta, Battaglia. All.: Tubertini-Di Maio.

SYNERGY: Putini 2, Paoletti 26, Marra 8, Bussolari 6, Borgogno 15, Ferrini 6, Pochini (L), Milano, Bosio, Camperi, Fenoglio. All.: Barbiero-Negro.

ARBITRI: Pasciari-Talento.

NOTE – DURATA SET: 25’, 21’, 27’, 27’ – tot. 100’

LAGONEGRO: battute sbagliate 15, battute vincenti 4, ricezione 60% (prf 15%), attacco 49%, muri 9.

MONDOVÌ: battute sbagliate 15, battute vincenti 1, ricezione 59% (prf. 16%), attacco 43%, muri 16.

— Posted on 1 Marzo 2021 at 9:53 by