Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Esce sconfitto dal PalaSanfilippo il Vbc Synergy Mondovì. I monregalesi si presentano alla sfida contro Sarca Italia Chef Centrale Brescia senza l’opposto Kadankov, che nelle scorse ore ha chiesto di risolvere il proprio contratto con la società. Per formalizzare la separazione servirà ancora un po’ di tempo, di certo il martello bulgaro non sarà più un giocatore della squadra di Fenoglio. Pistolesi e compagni, però, non sono arrivati sentendosi già sconfitti in partenza: anzi, per due set hanno messo in seria difficoltà gli avversari. Non sono mancate le note positive: il giovane Ristani si è presentato con sfrontatezza e determinazione, Borgogno ha confermato di riuscire a fare bene in qualsiasi ruolo e Terpin e Loglisci hanno offerto una buona prova in banda. Le note dolenti sono arrivate dal muro, fondamentale in cui Brescia ha fatto nettamente meglio (14-6 il confronto, con quattro blocks firmati da Biglino).

LE PAROLE DI FENOGLIO. «Ai ragazzi non posso rimproverare niente – le parole del tecnico monregalese -, dopo una settimana complicatissima per molti motivi hanno fatto tutto quello che potevano. Ho deciso di provare Ristani e ha anche giocato abbastanza bene, poi l’ho tolto perché stava pagando qualcosa a muro. Purtroppo abbiamo perso il primo set ai vantaggi, loro sono stati più cinici nei momenti decisivi, ma nel secondo abbiamo avuto una grande reazione. Dal terzo in avanti le energie fisiche e mentali sono un po’ venute meno. Ora la coperta è cortissima, nelle prossime due settimane affronteremo due delle squadre più forti del campionato in assoluta emergenza. Purtroppo a novembre dovresti avere delle basi solide, con assetti di gioco e automatismi precisi, invece ora è come se fossimo ad agosto: dobbiamo continuamente cambiare modo di stare in campo. Abbiamo perso molte certezze, ma io non sono uno abituato a mollare: bisogna andare avanti e sperare di avere davanti una settimana più semplice».

LA PARTITA. Fenoglio lancia il giovane Alessio Ristani nel ruolo di opposto titolare, con Borgogno e Loglisci in banda. Nel ruolo di libero si alternano Pochini in ricezione e Garelli in difesa. Brescia si presenta con il sestetto tipo e parte forte, con un break di tre punti a zero. I monregalesi reagiscono, pareggiano a 12 proprio con Ristani, ma poco dopo Cisolla fa valere tutta la sua esperienza a muro (15-13). Sul 19-18 Fenoglio getta nella mischia Terpin al posto di Ristani, spostando Borgogno in posto 2. Galliani dai nove metri e Candeli portano Brescia sul 24-20. Ma dopo il secondo timeout di Fenoglio Terpin va in battuta e con un grande turno in servizio rimette in carreggiata i monregalesi, assieme ad un incontenibile Borgogno che firma quattro punti di fila. Si va ai vantaggi, una muratona di Biglino illude i monregalesi, ma Galliani annulla il set ball e Festi e Cisolla scrivono il 28-26.

Nel secondo parziale Borgogno parte opposto dall’inizio. Pistolesi e compagni iniziano alla grande, e sull’ace di Terpin che vale il 5-9 Zambonardi è costretto a chiamare il timeout. La sospensione fa bene a Brescia che pian piano lima il distacco, fino all’aggancio sul 13-13 firmato da Bisi. Un ace con l’aiuto del nastro lancia Tiberti e compagni (15-13), ma tre errori consecutivi riportano avanti il Vbc. Finale identico al primo set, ma con epilogo opposto: sul 21-18 la frazione sembra finita, invece i biancoblù riescono a pareggiare, arrivando per primi al set ball con un grande muro a tre. Festi lo annulla, poi un primo tempo di Biglino ed un ace di Terpin regalano il pareggio (meritatissimo) al Vbc.

In campo Fenoglio mantiene lo stesso assetto, ma le energie dei monregalesi cominciano a venire meno. Galliani passa dalla seconda linea (5-2) e i bresciani vanno subito in fuga. Fenoglio chiama il tempo sull’8-3, il divario però non diminuisce (12-5, 23-17). Chiude sul 25-18 un punto del nuovo entrato Ristic.

Copione simile nel quarto parziale: dopo l’iniziale vantaggio firmato, manco a dirlo, da Borgogno (3-4), Brescia torna in vantaggio e allunga. Sul 10-8 Fenoglio richiama in panchina Presta, gettando nella mischia il giovane Buzzi al centro. I “tucani” scappano (15-10, 17-11) e chiudono 25-20 con Candeli.

DOMENICA SI TORNA IN CASA, IL PROGRAMMA DEGLI ALLENAMENTI. Ora due giorni di riposo per la squadra, che tornerà al lavoro da martedì. Si ricomincia con una giornata intera al PalaEllero, poi mercoledì mattina dedicata ai pesi e seduta pomeridiana con la palla a Roccaforte. Giovedì mattina riposo, pomeriggio al PalaEllero. Venerdì ancora diviso tra pesi al mattino e allenamento con la palla, questa volta al PalaManera dalle 16.30. Sabato mattina seduta video al PalaEllero, quindi riposo al pomeriggio. Domenica mattina rifinitura al PalaManera, alle 18 il fischio d’inizio della sfida contro la Peimar Volley Calci.

 

Brescia-Vbc Synergy Mondovì 3-1

(28-26, 25-27, 25-18, 25-20)

SARCA ITALIA CHEF CENTRALE: Tiberti 3, Bisi 21, Candeli 12, Festi 10; Galliani 24, Cisolla 13, Zito (L), Ceccato, Crosatti, Ristic 2, Franzoni (L). N.e.: Malvestiti, Mijatovic, Ghirardi. All.: Zambonardi-Iervolino.

SYNERGY: Pistolesi 1, Ristani 4; Presta 2, Biglino 9; Borgogno 24, Loglisci 11; Pochini (L), Terpin 15, Buzzi, Garelli (L). N.e.: Milano. All.: Fenoglio-Negro.

ARBITRI: Sessolo-Serafin.

— Posted on 2 Novembre 2019 at 23:53 by