Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

È il volto femminile del nostro staff tecnico. Elena Ambrogio, 33 anni, ormai da due anni si prende cura dei muscoli degli atleti della nostra prima squadra. «Per me è il massimo – spiega -, sono riuscita ad unire la mia passione per il volley con il mio lavoro. Fino a qualche anno fa giocavo anch’io, ero una banda. Poi ho iniziato a seguire le squadre giovanili del Savigliano e la prima squadra di Fossano. Quindi è arrivata la chiamata da Mondovì che mi ha permesso di sbarcare in Serie A2: ho accettato al volo».

Da 5 anni Elena lavora nello studio fisioterapico di Fossano assieme all’altra titolare Nadia Gerbaldo. Si è laureata all’Università di Torino poi ha seguito il master sui disturbi muscolo-scheletrici all’Università di Savona.

Com’è andata, dal punto di vista fisico, la stagione finora? «Per fortuna non abbiamo avuto infortuni gravi, gli atleti hanno avuto soltanto qualche problematica da sovraccarico, come normale quando si pratica attività sportiva a questo livello. Significa che è stata fatta una buona preparazione fisica in palestra. L’arrivo di Barbiero in panchina ha portato un po’ di freschezza nell’ambiente, è un ottimo coach e anche un ottimo psicologo: sa tirare fuori il meglio da ogni giocatore».

Progetti futuri? «Dalla scorsa estate ha iniziato un’altra avventura, seguo anche la Nazionale italiana di Football americano, spero di poter continuare questa esperienza e quella nel grande volley».

— Posted on 26 Marzo 2020 at 12:29 by