Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Prima sconfitta nel girone di ritorno per la Synergy Arapi F.lli Mondovì che, dopo cinque partite vinte senza lasciare un set, interrompe la propria corsa a Reggio Emilia perdendo per 3-1 (25-22/25-22/19-25/23-25) contro la Conad. Sconfitta maturata nonostante i numeri dicano che Mondovì abbia ricevuto ed attaccato meglio degli avversari:  56% in ricezione contro il 44% di Reggio Emilia, 56% in attacco a fronte del 48% Conad. E’ stato l’approccio alla partita il vero ago della bilancia: reattivi su ogni palla i padroni di casa, insolitamente remissivi e permissivi i monregalesi.

Mi prendo ogni colpa di questa sconfitta – dice l’allenatore Marco Fenoglio –. Ho pensato che la squadra avesse ormai raggiunto la maturità per gestire le settimane di allenamento anche senza essere messa troppo sotto pressione. Visto che stavano lavorando bene ho alleggerito il ritmo della preparazione, ma ho sbagliato. Quando sei primo in classifica gli avversari giocano alla morte pur di batterti ed oggi i ragazzi sono partiti molli, poco concentrati. Abbiamo subìto un sacco di punti in ricezione, non mi è piaciuto l’atteggiamento ma, ripeto, me ne prendo tutte le colpe: ho lasciato troppo spazio, da domani si torna in palestra. I ragazzi debbono imparare che non è difficile arrivare in alto, bensì restarci”.

Fenoglio è rammaricato soprattutto per l’occasione mancata di allungare sulla seconda in classifica: “Oggi avevamo l’opportunità di chiudere definitivamente il discorso: non tanto per la qualificazione tra le prime quattro ma, con il risultato maturato ad Alessano, per il primo posto. Invece dobbiamo rimettere tutto in discussione. Qualcuno forse si è dimenticato che siamo primi. Io intendo rimanerci: a questo punto non voglio arrivare tra le prime quattro, ma vincerla questa regular season”.

Il coach ha parole di elogio per Marco “Danette” Garelli, entrato nel terzo e quarto set a rilevare Fusco: “Gioca chi merita, non esistono ruoli inattaccabili. In una squadra si fanno le valutazioni ad ogni partita: Pasquale era in difficoltà e l’ho cambiato con Danette, che ha disputato un’ottima prova”.

DISTACCO INVARIATO. Nonostante lo zero del PalaBigi resta invariato il distacco tra Mondovì e la seconda in classifica: anche Brescia ha perso sul campo di Alessano senza incassare nulla. Dopo la settima di ritorno, il Girone Bianco vede dunque la Synergy Arapi F.lli Mondovì sempre al comando con 45 punti, seguita da Brescia con 40 mentre Reggio Emilia con i tre incamerati contro Morelli e compagni va a mettere fieno in cascina nella lotta per il terzo posto, lasciando staccata di una lunghezza Spoleto.

LA PARTITA. Fenoglio propone nel sestetto iniziale il tandem Pistolesi-Morelli palleggiatore-opposto, Biglino e Treial al centro, Borgogno e Terpin schiacciatori di banda con Fusco libero. Primo strappo della partita il 5-3 di Reggio Emilia con un muro di Sesto a fermare Terpin, ma il goriziano restituisce subito il favore a Bellei e ristabilisce la parità. Conad di nuovo a +2 (7-5) con la piazzata lunga di Sesto e allungo emiliano sull’ace di Bellei che vale l’11-8. Il primo tempo di Treial riavvicina Mondovì (11-10) che ristabilisce la parità a 13 con il muro di Biglino su Bellei. Primo vantaggio piemontese su attacco di Borgogno, poi Biglino dal centro segna il 15-17, ma la palla lunga in ricezione di Fusco costringe Pistolesi al fallo per una nuova parità, 17-17. Reggio allunga grazie alla palla in rete schiacciata da Borgogno e sul 21-19 arriva il time out di Fenoglio. Entra Kollo a rilevare lo schiacciatore carrucese, ma la Conad chiude 25-22 con l’attacco di prima intenzione da parte di Bellini su ricezione lunga monregalese.

Battute iniziali di secondo set, Fenoglio cambia Kollo per Terpin, mentre Reggio Emilia fugge 5-2 con un muro e l’ace di Fabroni. Il muro a due Biglino-Kollo ferma Bellei, la Synergy Arapi torna sotto 5-4, ma la palla schiacciata in rete da Morelli riporta la Conad a +3 (7-4). Muro su Kollo, mani-out di Bellini e Mondovì si vede doppiata 10-5. La battuta vincente di Morelli fa recuperare un break ai biancoblu (12-9), Biglino in primo tempo accorcia ulteriormente (15-13), ma la ricezione errata di Kollo (sostituito con Terpin) e l’ace di Sesto rilanciano prepotentemente Reggio 18-13. Mondovì soffre ancora in ricezione ed arrivano altri due aces reggiani con Bellei (21-14). La Synergy prova a recuperare sul turno al servizio di Borgogno e si riporta sotto 23-21, ma il set va ancora dei padroni di casa.

Nel terzo Fenoglio inserisce Garelli libero al posto di Fusco. Prima trova il break Mondovì, poi Reggio pareggia ed infine sono ancora i piemontesi a portasi sul 6-8 approfittando dell’errore di Bellei. Il muro di Morelli su Bellei e la pipe di Borgogno segnano il primo solco: 7-10 e time out di coach Mastrangelo. La battuta di Pistolesi vale il +4 (7-11), poi sul turno al servizio di Biglino il muro di Treial su Bellini ed il suo successivo appoggio segnano il 9-15. Benaglia sbaglia l’attacco del +7 (9-16), Borgogno picchia in battuta e siamo 11-19. Due muri di Bellei su Terpin (15-20) costringono Fenoglio al cambio con Kollo, ma Sesto accorcia ancora e sul 16-20 arriva il time out monregalese. Dalla linea dei 9 metri Fabroni continua a mettere in crisi la ricezione piemontese e Kollo si prende un altro muro, con la Conad che si porta a -3 (17-20). Due errori reggiani rimettono in corsa la Synergy Arapi (17-23) che chiude approfittando dell’errore di Sesto.

Quarto parziale, Fenoglio tiene dentro Kollo in diagonale con Borgogno, mentre resta in campo Garelli nel ruolo di libero. Mondovì avanti 2-5 su un fallo in palleggio fischiato a Fabroni ed il primo tempo di Treial. Dopo il time out di Mastrangelo arriva l’ace di Biglino (2-6), ma Bellei con un poderoso attacco dalla seconda linea ed un ace di Benaglia accorciano le distanze per la Conad, 4-6. L’errore di Bellini consegna alla Synergy Arapi il punto del 7-10, ma l’attacco out di Kollo e due battute punto di Bellei ribaltano la situazione: 12-11 e stavolta è Fenoglio ad interrompere il gioco. Sul 17-16 il coach monregalese rimette in campo Terpin per Kollo. Arriva il muro di Bellini e Benaglia a fermare Biglino e la Conad trova il break del 20-18, ma Morelli pareggia ancora in attacco (22-22), poi allunga con l’ace del sorpasso 22-23. Per Reggio va al servizio Fabroni: suo l’ace su Terpin del match ball, poi chiude Bellei.

FENOGLIO E MANASSERO A TELEGRANDA. Domani sera, lunedì 18 febbraio alle ore 21, l’allenatore Marco Fenoglio ed il direttore sportivo Davide Manassero saranno ospiti della trasmissione “Lunedì Sport”, condotta da Gabriele Destefanis, in onda su TeleGranda, canale 186 DTT.

— Posted on 17 Febbraio 2019 at 22:21 by

Tags: , , , , , , , , , ,