Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

La partita perfetta. E’ quella giocata al PalaManera dalla Synergy Arapi F.lli Mondovì contro la Monini Spoleto, piegata nettamente dagli uomini di Marco Fenoglio per 3-0 (25-21-25-19-25-21) nella sesta giornata di ritorno del Girone Bianco. Perfetta in ogni reparto e fondamentale: la regia stratosferica di un Matteo Pistolesi capace di fare la differenza, ha innescato la miccia ad una squadra che nel confronto con l’avversario si è dimostrata, al momento, nettamente superiore. Michele Morelli, grande ex, ha sfogato sul taraflex del PalaManera la personale voglia di vincere confezionando una gara monstre: 16 palle vincenti su 22 in soli tre set (73%) sono una percentuale che rasenta la perfezione per un opposto. A supportarlo le prestazioni degli attaccanti di banda: impressionante Luca Borgogno, atleta completamente trasformato rispetto la scorsa stagione (64% in attacco e 3 muri), a tratti addirittura decisivo Jernej Terpin (entrato nel corso del secondo set per Kollo) che ha picchiato duro (67%, 1 muro e 2 battute vincenti). La torre Treial ha alzato le barricate a muro 4 volte, sorretto da Biglino (1): in totale fanno 11 muri a 3 per Mondovì.

RICEZIONE DI BASE. La vittoria della Synergy Arapi è figlia di una ricezione senza sbavature: Spoleto al servizio ha provato a cambiare bersaglio più volte, ma al di là della rete, a turno, hanno tutti risposto presente. Prima Kollo (11 ricezioni, 1 errore), poi Terpin (10 contro 1), ma anche Borgogno (12 ricezioni, 2 errori) ed il libero Fusco che, oltre a 16 ricezioni e 2 soli errori, si è sempre fatto trovare pronto anche sulla difesa. Contro una Mondovì così, nonostante l’irruenza di un pur ottimo Padura Diaz (insieme con Ottaviani migliore tra i suoi), Spoleto ha potuto davvero poco.

PROVA DI FORZA.Dire che oggi abbiamo disputato una partita straordinaria forse è persino riduttivo – commenta l’allenatore Fenoglio – Chiudiamo con 63 % in attacco e 11 muri contro una squadra come Spoleto, sono numeri impressionanti. Abbiamo dato una prova di forza ineccepibile, contro una squadra costruita per vincere il campionato: non voglio peccare di presunzione, ma non ci sono dubbi che in questo momento i più forti siamo noi. Ci esprimiamo di gruppo, giocando una pallavolo di altissimo livello, i risultati non fanno altro che confermarlo”.

LA PARTITA. Il primo break della partita è di Mondovì che si porta avanti 3-0: fallo spoletino e battuta punto di Kollo. L’errore dalla seconda linea di Padura Diaz  ed un errore in palleggio di Zoppellari costringono Monti al time out sul punteggio di 8-3. Si riprende a giocare, Treial cancella a muro Aguenier per il 10-4, poi Kollo sbaglia il lungolinea che consegna agli umbri i -4 (10-6.). Padura Diaz accende gli animi e gioca il mani out vincente del 13-10, ma arriva un altro fallo in palleggio per la Monini, stavolta fischiato a Fedrizzi,  e Mondovì fugge 15-10. Va in battuta Padura Diaz, segna due aces consecutivi e Spoleto accorcia 17-15, ma Morelli riporta di nuovo i suoi avanti di 4 lunghezze (19-15). Il set si chiude sulla battuta in rete di Padura.

Il secondo set vede Spoleto prendersi subito il break (1-3) sulla diagonale vincente di Ottaviani, con allungo di Padura Diaz per il 3-6. L’ace di Kollo riporta sotto Mondovì (6-7), che pareggia 8-8 con un gran muro di Borgogno. Monini di nuovo a +3 con due 2 battute vincenti (10-13). Per Mondovì entra Treial a rilevare Kollo ed è suo il punto del 12-13, poi è ancora il centrale estone, a muro, a ristabilire la parità. Sorpasso monregalese a muro (Pistolesi), poi due punti di Treial e l’errore in attacco spoletino portano la Synergy Arapi sul 18-14. Il muro biancoblu diventa protagonista: Borgogno segna quello del 21-19,  ma arrivano anche due aces di Terpin per il +7 (23-16). Spoleto rialza la testa, ma è troppo tardi.

Terzo parziale in equilibrio nelle parti iniziali, Mondovì si porta 12-10 con Morelli, ma Padura Diaz al servizio rimette le squadre in equilibrio 13-13. Terpin gioca sulle mani del muro umbro e incassa il punto del 17-15, Spoleto risponde bloccando Morelli muro ed è ancora parità 19-19. Un grande muro di Pistolesi su Fedrizzi costringe Monti ad interrompere il gioco sul 22-20. E’ di Morelli il match ball (24-21), poi l’apoteosi.

SEMPRE A +5. Quando mancano sette giornate alla fine della regular season la Synergy Arapi F.lli Mondovì è sempre sola al comando del Girone Bianco con 45 punti. Dietro tiene il passo solo Brescia, distanziata di 5 lunghezze, mentre Spoleto pur mantenendo la terza piazza  a 33 punti, con la battuta d’arresto del PalaManera vede il fiato sul collo della triade Reggio Emilia, Livorno e Potenza Picena a quota 31.

PAUSA. Domenica prossima il campionato si ferma per lo svolgimento della Final Four di Coppa Italia di SuperLega e la Finale della serie A2 a Casalecchio di Reno. La Synergy Arapi F.lli Mondovì tornerà a giocare il 17 febbraio a Reggio Emilia, mentre la prossima partita di fronte al pubblico del PalaManera sarà domenica 24 febbraio alle ore 18. Avversaria di turno l’Acqua Fonteviva Apuana Livorno.

— Posted on 3 Febbraio 2019 at 21:38 by

Tags: , , , , , , , , , , , , ,