Questo sito fa uso di cookie per migliorare l’esperienza di navigazione degli utenti e per raccogliere informazioni sull’utilizzo del sito stesso. Utilizziamo sia cookie tecnici sia cookie di parti terze per inviare messaggi promozionali sulla base dei comportamenti degli utenti. Proseguendo nella navigazione si accetta l’uso dei cookie; in caso contrario è possibile abbandonare il sito.

Doveva essere la settimana del ritorno alla normalità per tutti i gruppi del Vbc Mondovì. Invece l’emergenza continua, e a tornare ad allenarsi regolarmente è solo la prima squadra: i ragazzi della Serie A2 preparano la trasferta di domenica a Siena. Ancora non si sa se si giocherà a porte chiuse o se i tifosi potranno sedersi sulle tribune del PalaEstra: da Mondovì era pronta almeno una ventina di tifosi dell’Hagar group per una due giorni sulle colline senesi, ma si attendono comunicazioni.

«È stata una settimana particolare – il commento del presidente Augustoni -, la squadra ne ha approfittato per intensificare il lavoro in vista del rush finale della stagione, ancora tutto da scrivere».

«Abbiamo lavorato molto a livello fisico – spiega capitan Luca Borgogno -, abbiamo approfittato della sosta per migliorare la nostra condizione. Siamo carichi e non vediamo l’ora di tornare in campo». Il rinvio con Materdomini può pesare a livello psicologico? «Sicuramente affrontarli ed eventualmente batterli ci avrebbe dato una fiducia ancora maggiore in vista del rush finale. Ma bisogna anche dire che siamo stati fortunati perché ad essere rinviata è stata una partita casalinga: in caso di recupero infrasettimanale non dovremo affrontare una lunga trasferta ravvicinata ad altri impegni». Che partita sarà a Siena? «Avremo di fronte la capolista, una squadra molto forte e con pochi punti deboli. Noi però vogliamo dimostrare che siamo cambiati rispetto alla gara di andata, quando perdemmo 3-0. Dopo quella gara è iniziata la nostra risalita e ora vogliamo misurarci con loro: proveremo a fare punti sia domenica sia la settimana successiva contro Bergamo (che sabato sera giocherà, invece, a porte chiuse), per poi giocarci il tutto per tutto con Materdomini e Cantù».

— Posted on 2 Marzo 2020 at 19:43 by