Articoli

Altro - INSIEME CON BRUNELLO PRETTE TRACCIAMO UN BILANCIO SULLA PRIMA PARTE DELLA STAGIONE 2017-2018 DEL SETTORE GIOVANILE VBC MONDOVÍ.

Pubblicato Giovedì 28 Dicembre 2017

Visto 217 volte

Giunti alla consueta pausa dei vari campionati regionali e giovanili relativa alle festività natalizie, con Brunello Prette, dirigente responsabile del settore giovanile del VBC MONDOVÌ’, proviamo a tracciare un primo bilancio del settore giovanile monregalese nella stagione attuale, che ha visto ulteriormente rafforzata la collaborazione fra le due società del VBC MONDOVÌ e del VILLANOVA (infatti tutte le squadre dalla serie C in giù hanno giocato con il nominativo VILLANOVA/VBC MONDOVÌ).
Può già essere tracciato un primo bilancio del settore giovanile del Vbc Mondovì?
“Senza dubbio la stagione 2017/18 è partita positivamente per tutti i gruppi del nostro settore giovanile tanto da un punto di vista dei risultati quanto della qualità e della quantità dei singoli gruppi: finalmente stiamo iniziando a raccogliere i primi frutti di quanto è stato impostato nelle passate stagioni dai nostri tecnici”.
Veniamo ora ai singoli gruppi partendo dalla seconda squadra, che, allenata da Massimo Bovolo e Diego Marchisio, sta disputando il campionato sia il campionato di serie C Regionale che quello U.18.
“In estate si è optato per un consistente ringiovanimento della rosa, facendo disputare il Campionato Regionale di serie C al gruppo U.18 (2000-2001), a cui sono stati aggiunti quattro fuori quota. Ovviamente, ma ciò è stato messo ampiamente in preventivo, in serie C il gruppo sta incontrando delle difficoltà, ma è anche vero che il livello di gioco della squadra sta nettamente crescendo e, anche con un po' di buona sorte, con il nuovo anno solare puntiamo a conquistare i primi punti. Proprio l’esperienza che i ragazzi stanno maturando nel torneo di serie C si sta rivelando utilissima nel Campionato di categoria U.18, che è il campionato di riferimento per questo gruppo, in cui abbiamo dominato il girone, conquistando nove successi su dieci gare disputate (e l’unica sconfitta è stata per 3-2) nonchè il prestigioso quadrangolare organizzato dal Parella Torino l’8 dicembre”.
Passiamo ora al gruppo che, allenato da Mario Turco e Sara Durando, sta disputando sia il campionato di serie D Regionale che quello U.16.
“Per questo gruppo vale lo stesso discorso fatto prima per il gruppo della Serie C - U.18: in estate si è optato di far disputare il Campionato Regionale di serie D al gruppo U.16 (2002-2003), a cui è stato aggiunto un fuori quota, ossia il libero Pietro Basso del 2001. Naturalmente, come ampiamente preventivato, in serie D il gruppo sta faticando un pò, ma proprio l’esperienza che i ragazzi stanno maturando in questo torneo si sta rivelando utilissima nel Campionato di categoria U.16, che è il campionato di riferimento per questo gruppo, in cui abbiamo dominato alla grande il girone, vincendo tutte e 10 le partite del gruppo senza cedere neppure un set”.
Veniamo quindi all’U.14, allenato da Alberto “Bonni” Bonelli e Roberto Iemina.
“Inserito in un girone particolarmente difficile con squadre di livello tecnico decisamente elevato quali Cuneo e Parella Torino, questo gruppo sta pienamente rispettando i programmi tecnici stilati alla vigilia, con i ragazzi che stanno crescendo costantemente sia da un punto di vista tecnico che tattico. Teniamo poi presente che nella rosa di questo gruppo, formato complessivamente da 16 atleti, ben 7 sono almeno di un anno più giovane e più precisamente 5 nati nel 2005 e 2 addirittura nel 2007”.
Per concludere passiamo al gruppo del Minivolley, allenato da Marcella Capellino e Mika Menardo, che sta disputando il campionato 3 x 3 U.13.
“Gruppo decisamente numeroso e con più di un ragazzo in prospettiva interessante, sta lavorando con grande impegno ed entusiasmo. I risultati del Campionato U.13 a noi interessano molto relativamente tanto che i 7 ragazzi già facenti parte del gruppo U.14, seppur ancora in età, non vengono utilizzati, ma vengono convocati e fatti giocare tutti gli altri. Ovviamente il gruppo deve ancora crescere e migliorare, ma le premesse sono più che buone e decisamente incoraggianti”.




comments powered by Disqus

Ultimi articoli inseriti